Un'estate di luce sui capelli. Tu di che luce sei?

Aggiornamento: lug 29


Avete mai notato che la luce dei vostri capelli è racchiusa nei vostri occhi? Sì, perché i vostri occhi mi consegnano informazioni preziose sul vostro DNA cromatico, suggerendomi la giusta scelta tonale per donarvi una bella riflessatura. Anche in questa estate del sunny framher, servizio effetti luce che illumina la cornice frontale della capigliatura fino alla nuca, sprigionando la sua fragranza cromatica sulla pelle abbronzata anche quando si raccolgono i capelli.

© Sunny Framher, Compagnia della Bellezza

Non meravigliatevi, quindi, se per raggiungere questo risultato parto scattando una fotografia.

Fotografo il vostro occhio, per coglierne la verità cromatica. Per scoprire quanto di solare c’è nel suo verde oliva o azzurro acquamarina illuminati da pagliuzze dorate, o quanto di lunare c’è nel suo castano bruno, che potrebbe invece rivelarsi intriso di calde nuance sottobosco o caramellate. O magari per scovare quel fiocchetto bianco effetto Husky dentro un occhio azzurro ghiaccio.

Tutte le sfumature che rintraccio mi rivelano il sottotono di una donna e la luce naturale che ha in sé. A quel punto mi alleo con essa e colgo ciò che posso fare io sui vostri capelli – cornice del vostro volto – per metterla bene a fuoco e portare tutta l’attenzione sul vostro sguardo. Un metodo, questo delle luci, che ho costruito a quattro mani con la celebrity make-up artist Barbara Del Sarto.


La luce dell'aurora


Se i tuoi occhi sono chiari e turchesi o grigio/verdi, i tuoi colori sono freschi e delicati, è possibile che la tua luce sia quella dell'aurora. Questa luce, tipicamente associata alla donna nordica, trova la sua armonia con sfumature perlacee sui capelli.


La luce del giorno


Se i tuoi occhi sono chiari e ambrati come l'ambra del Baltico, con nuance verde oliva e pagliuzze dorate, i tuoi colori sono caldi, solari, brillanti, la tua luce potrebbe essere quella del giorno. Questa luce, tipicamente associata alla donna californiana, ha bisogno di più contrasti sui capelli con nuance grano, miele, caramello.


La luce del tramonto


Se i tuoi occhi sono castani, nocciolati e ambrati come la preziosissima ambra del Simeto, i tuoi colori sono caldi ma di un calore più morbido, la tua luce potrebbe appartenere a quella del tramonto. Questa luce, tipicamente associata a una donna più mediterranea, chiede schiariture sui capelli sempre in linea con i propri toni.


La luce della notte


Se i tuoi occhi sono scuri come il cioccolato, particolarmente penetranti e in netto contrasto con la sclera bianca, la tua luce potrebbe essere quella della notte, stellare, fredda, olivastra. Questa luce, tipicamente associata alla donna profondamente mediterranea, si sposa con riflessi moka non troppo caldi sui capelli. Ma potrebbe riflettersi anche in occhi così trasparenti da scintillare come pietre preziose, con cui giocare in abbinamenti ghiacciati, chiarissimi o scurissimi.


Il DNA cromatico

A ogni donna la propria luce, quindi. Partendo da un punto fermo: mantenere il fondo naturale dei vostri capelli per non tradire il DNA cromatico di ognuna di voi. Fondamentale anche per definire i sunny framher, che in punti strategici della vostra capigliatura aggiungono pennellate proporzionate a quello che anche i vostri occhi sostengono.



E senza dare nulla per scontato, per

esempio pensando che gli occhi chiari abbiano sempre la luce chiara dell’aurora. Basti pensare all’attrice Liz Taylor o alla cantautrice Katy Perry e ai loro “occhi gioiello” esaltati da capelli scurissimi a contrasto, perché accesi dalla luce della notte, ma di una notte stellata o di luna piena, quindi riflessa di una luce brillante.


Può succedere anche di trovare l’oro nella fotografia di un occhio scuro o i toni caldi sfumati del tramonto, allora sarà per me segno di dover valorizzare quelle nuance calde e caramellate che ho ritrovato impresse nella vostra iride.


La natura dona un equilibrio cromatico che non è casuale, tra capelli, occhi, sopracciglia e pelle. Ed è da quel cromatismo naturale che bisogna partire per scegliere il gloss finale, la nuance della schiaritura o della scuritura, per raggiungere la giusta armonia. Sì, anche la scuritura ha il suo valore strategico, per quanto si tenda soprattutto a pensare che il volto si illumini solo schiarendo i capelli.


Non è così. Al contrario, si può persino banalizzare un volto, se si schiarisce troppo, e l’immagine complessiva diventa flat, piatta.


Il segreto sta nel partire sempre dal valore tonale originale del fondo e aggiungere poi i tocchi di luce desiderati coordinandosi alle indicazioni che ci suggerisce l’occhio. A quel punto, la prova che il colore funziona l’avrete alzandovi la mattina dal letto, quando guardandovi allo specchio senza trucco vi vedrete bene. Così come siete. Riflesse solo della vostra luce.




1,951 visualizzazioni1 commento

Post recenti

Mostra tutti