top of page

Vi presento Cristian Sinopoli, l'hairstylist a cui tutte le donne dicono SI.

Aggiornamento: 21 apr 2023


Si avvicina la fiera più importante dedicata al wedding in Italia, SI SPOSA Italia Collezioni e sapete quanto io ami l'argomento. Anche quest'anno Compagnia della Bellezza sarà nel backstage e insieme vi faremo scoprire le ispirazioni e i look più belli per la prossima stagione. Intanto però ci tenevo a presentarvi uno dei miei collaboratori che da sempre mi accompagna per rendere più belle le donne proprio nel giorno del sì. Lui è Cristian Sinopoli, la mia punta di diamante al nord, in particolare a Varese.


Cristian racconta alle mie lettrici come è nata la tua passione? -Salvo, anche io, come te, sono “figlio d'arte”, ho respirato l'aria del salone sin da piccolo perchè mio padre aveva una barberia e io mi divertivo a giocare a fare il parrucchiere imitandolo. È lui che mi ha trasmesso l'amore per questo mestiere, per il dettaglio, per la cura del cliente e non potevo che fare questo nella vita.



Racconta anche del nostro incontro.

Era il 1996 e io ero a uno show di L'Oréal dove c'eri tu sul palco. Mi avevi affascinato tanto che, dopo lo show, quando ti ho incrociato in Corso Vittorio Emanuele a Milano, sono venuto subito a congratularmi. Tu apprezzasti il gesto e mi invitasti a cena ad Acireale... forse credevi non sarei mai venuto e invece io la settimana dopo ero ad Acireale, ospite a casa tua. E così è nato il nostro legame professionale ma anche di amicizia: in casa tua mi sono reso conto di quanto la tua “visione” fosse coerente con quello che avevi attorno, con la bellezza dei dettagli che poi andavi a ricercare ogni giorno tra i capelli e ho deciso di crederci fino in fondo.

Da allora come sei cambiato?

La mia vita professionale è nata direi proprio dal nostro incontro, sino a quel momento ero stato affascinato già dal manipolare e tagliare i capelli ma poi ho scoperto le sfilate, il pret a porter e l'alta moda e sono rimasto incantato. Ricordo ancora il mio primo Cosmoprof: è lì che ho conosciuto quelli che sono diventati due colleghi prima, ma due veri amici poi, Alfio Reitano e Roberto Napoli che mi invitarono nel backstage. Io non sapevo ancora aiutarli davvero ma la loro fiducia mi spronò, mi misi a osservare e mi sentii subito parte di una famiglia. Ecco, Compagnia della Bellezza è per me come una famiglia, è un gruppo di persone meravigliose che io ho scelto col cuore.

Ma c'è una lezione che hai imparato?

Ho imparato come sia importante sapersi rialzare dopo ogni errore, perchè gli errori li commettiamo tutti, è naturale, ma bisogna imparare a rialzarsi e crederci ancor più di prima.


Raccontaci del tuo salone.

Il mio negozio è a Varese e nasce dalla collaborazione con mia moglie, che è anche la mia musa: Teresa ha la sensibilità femminile che le ha permesso di vivere il negozio come un laboratorio di bellezza. Io e lei mettiamo al centro la persona, la donna che si affida a noi. Poi, insieme alla mia squadra cerchiamo di realizzare il suo sogno di bellezza. Oltre a mia moglie Teresa, accanto a me ci sono Michael che ha grande affinità con il mondo uomo, il mio braccio destro, Sara che è l'esperta dello styling, Liry che gioca con i servizi colore e l'ultima arrivata, Desireè che si sta occupando del wellness, dell'area benessere del capello. Un servizio che ci caratterizza molto è hairfit perchè riusciamo ad accontentare la cliente facendole toccare con mano il risultato finale, non solo lasciandoglielo immaginare. Ma anche il total look: tante infatti si affidano a noi per un cambio totale. E poi siamo molto apprezzati proprio per le spose. Il motivo è presto detto: Teresa si occupa di tutto quello che c'è intorno all'acconciatura, la sposa quando viene da noi si sente realmente ascoltata e l'acconciatura è solo il completamento finale di un percorso di ascolto e immaginazione.

scorri per vedere tutte le foto


Se dovessi dare in consiglio ai futuri hairstylist? Io ho sempre seguito il cuore ed è il consiglio che per primo mi sento di dare, poi bisogna essere appassionati verso questo mestiere ma anche allenati a vedere il bello attorno a sè, ad avere una buona capacità descrittiva per poter far sognare la cliente e farle percepire l'esperienza che davvero andrà a vivere in salone. Se poi vogliamo parlare del mondo sposa: mi piace pensare che tra un parrucchiere e un acconciatore sposa corre la stessa differenza che c'è tra estetista e make up artist. Cerco di spiegare: bisogna concentrarsi su quello che si andrà a fare allenandosi costantemente a realizzarte acconciature. Se fai solo 3 acconciature al mese, indipendentemente che siano per un matrimonio, una cresima o un evento importante, potrai realizzarle benissimo ma avrai sempre una mano tecnica e non artistica. Con la pratica invece si acquisisce fluidità, si allenano le mani a essere più rapide e gli occhi all'armonia del tutto, si acquisisce quell'esperienza che ti da un punto in più. Nel menù dei servizi dei saloni non c'è quasi mai la voce “acconciatura”, come se si facessero solo spot, per cresime e matrimoni. Oggi invece l'acconciatura è un accessorio da cambiare a piacimento come nella moda, per una sera, per un evento mondano, per un aperitivo con gli amici. Chi pensa di dedicarsi alla sposa deve pensare a un servizio da fare tutti i giorni in negozio attraverso l'allenamento.


Come si evolverà questo mestiere?

Non sarà più un lavoro che soddisfa il biosogno: l'arrivo di strumenti e tutorial sul mondo del capello ha reso ogni donna dotata di un minimo di buona volontà e curiosità, quasi autosufficiente nel creare il proprio hairstyle ma il desiderio e il sogno lo possono ancora regalare solo i parrucchieri, che possono far vivere un'emozione di bellezza ascoltando ciò che ogni donna vuole per i suoi capelli. Ed è questo che deve fare il parrucchiere: fare sognare.


Trovate Cristian Sinopoli a Varese

Viale Padre G. B. Aguggiari, 5




363 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page