Greynassance: la rivincita dei capelli grigi




Sono stato recentemente intervistato dal Corriere della Sera su un argomento che mi sta molto a cuore, quello che gli anglofoni chiamano “greynaissance” che letteralmente significa rinascita grigia ossia la scelta di molte donne di non tingersi più.

Un mood che inaugura la stagione dell”hair positivity”, che non è che una dichiarazione d’amore per se stesse a dispetto dei clichè, degli altri e anche delle proprie paure.

Vi ricordate qualche mese fa Andie MacDowell: 64 anni che a Parigi in passerella sfoggiava una nuvola di ricci grigi naturali indossando un sensuale abito con spacco sulla coscia bordato di piume?


L'emblema non della “rassegnazione al tempo che passa” ma l'ostentazione di una scelta sottolineata con fierezza e consapevolezza.

E sono tante le donne che hanno abbracciato questa filosofia.


Su Instagram l'hashtag #silverhair conta 2,7 milioni di post e personaggi come Luisa Dunn, @Thesilverlining_1970 ex modella che a 52 anni, grazie alla sua chioma d'argento, ha 434 mila followers. O Linda Rodin, @lindaandwinks icona di stile e fashion stylist che ama talmente tanto i capelli da aver creato un suo olio, preparato nella sua cucina, che oggi spopola tra le celebs.


E poi c'è Iris Apfel, @iris.apfel uno dei personaggi più stravaganti, dirompenti e incredibili della moda contemporanea o l'ex modella Carmen Dell'Orefice @carmen_dellorefice che alla tenera età di 91 anni ha posato nuda con la sua chioma candida.



Di nomi ce ne sono tanti, anche la nostra Drusilla @drusillafoer che ha fatto piazza pulita delle “rivali” giovani a Sanremo 2022 proprio grazie anche alla sua allure vintage e platinata...

Bianco dunque non più solo come una scelta di comodo post lockdown legata all'impossibilità di colorare professionalmente la ricrescita, e nemmeno una rivalsa di libertà contro la schiavitù della tinta ma una vera e propria dichiarazione d'amore per sé stesse che sottolinea la volontà di volersi sentire libere da condizionamenti senza rinunciare alla propria femminilità.





Per un bianco luminoso non basta però smettere di colorare i capelli.

I capelli grigi e bianchi richiedono attenzioni mirate, taglio e styling differenti: divertenti, ricercati, sbarazzini, oltre l’ovvio, mai rigorosi o “anziani” . E il colore sebbene lasciato al naturale, deve mostrarsi con una pigmentazione limpida e mai ingiallita, come la luce stellare di una notte con luna piena.

Per la chioma canuta sono indispensabili prodotti hair care a base di “acido ialuronico” e pigmentazione blu/violette per curare istantaneamente le fibre e agire immediatamente eliminando i riflessi gialli per raggiungere un bianco limpido ideale.

Il focus deve essere mantenere e perfezionare i toni freddi tonalizzando i capelli e neutralizzando i riflessi con una texture di un viola intenso, idratare e fortificare la fibra capillare e illuminare i capelli dall'interno.

In questa ricerca di nuova bellezza, “RIBELLEZZA” è l'hairstylist a sottolineare i punti focali del volto e del taglio, attraverso l’aggiunta di nuovi e ricercati punti luce bianco latte, rinfrescati da una leggerissima pigmentazione silver, creando un effetto “frame” meraviglioso che, oltre a donare carattere al tutto, sottolinea e addolcisce lo sguardo.

.

2.742 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti